Per ovviare a tali problematiche è possibile rivolgersi all’uso di depuratori di fumi ad acqua: si tratta di contenitori di capienza variabile e dal corpo in acciaio Inox all’interno dei quali è presente una vasca di raccolta di acqua.

Questi depuratori contengono poi una torre di lavaggio, come si chiama in gergo, che a sua volta presenta augelli in grado di spruzzare acqua. Il depuratore deve ovviamente essere allacciato ad una canna fumaria attraverso tubi, anche essi in acciaio Inox e a tenuta stagna.

I fumi che vengono sprigionati dai combustibili sono fatti confluire attraverso la torre di lavaggio; e qui entrano in funzione gli augelli con i loro getti di acqua ad alta pressione. Si procede così con il bagnare i residui di carbonio rendendoli pesanti e favorendo in questo modo la loro caduta nella vasca del depuratore. Da qui il processo successivo è quello di farle confluire nella vasca delle acque di scarico.

Tutto questo passaggio serve, per tornare a monte dei depuratori ad acqua di fumo da combustione, per liberare il fumo dagli agenti inquinanti così da consentirgli di fuoriuscire dal condotto fumario assolutamente pulito e quasi del tutto inodore. Ecco perché i depuratori ad acqua di fumo da combustione sono assolutamente utili in ambito industriale per qualunque attività preveda l’uso di camini, stufe, forni ecc…

La Gfc impianti opera con successo da sempre nel settore della aspirazione e della depurazione: possiamo realizzare impianti di depurazione ad acqua per fumo da combustione su richiesta, analizzando prima il settore di riferimento del cliente. Studieremo la soluzione più adatta tanto dal punto di vista funzionale, quindi di obiettivo finale; quanto dal punto di vista dell’estetica, per andare a installare il depuratore in un contesto dove risulti poco invasivo garantendo comunque un perfetto funzionamento.

Visualizza alcune delle nostre realizzazioni


Richiedi Informazioni

Ho letto la "Privacy Policy" e acconsento al trattamento dei dati personali